Utilizzando il sito di EECO.it accetti l'uso di cookie per contenuti pubblicitari e personalizzati.

logo unito

logo icon

NewsIgiene, Ambiente, Salute e Sicurezza sul Lavoro

 

Dal 4 dicembre 2018 i gestori di impianti di stoccaggio rifiuti sono tenuti a predisporre un piano di emergenza interna. Con la Legge 1° dicembre 2018, n. 132, è stato infatti convertito il testo del D.L. Sicurezza, introducendovi l’articolo 26-bis, rubricato “Piano di emergenza interno per gli impianti di stoccaggio e lavorazione dei rifiuti”, che prevede l’obbligo per i gestori di impianti di stoccaggio e di lavorazione dei rifiuti, esistenti o di nuova costruzione, di predisporre un piano di emergenza interno.

Tale adempimento è richiesto allo scopo di:

 

“a) controllare e circoscrivere gli incidenti in modo da minimizzarne gli effetti e limitarne i danni per la salute umana, per l’ambiente e         per i beni;

b) mettere in atto le misure necessarie per proteggere la salute umana e l’ambiente dalle conseguenze di incidenti rilevanti;

c) informare adeguatamente i lavoratori e i servizi di emergenza e le autorità locali competenti;

d) provvedere al ripristino e al disinquinamento dell’ambiente dopo un incidente rilevante“.


Tale piano è riesaminato, sperimentato e, se necessario, aggiornato dal gestore, previa consultazione del personale (compreso il personale di imprese subappaltatrici a lungo termine), ad intervalli appropriati, e, comunque, non superiori a tre anni.

In base a questa disposizione i gestori di questi impianti, esistenti o di nuova costruzione, hanno l’obbligo di:

  • predisporre un piano di emergenza interna entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore, ovvero entro il 4 marzo 2019 o immediatamente dopo;
  • trasmettere al prefetto competente per territorio tutte le informazioni utili per l’elaborazione del piano di emergenza esterna. Di conseguenza il Prefetto, d’intesa con le Regioni e con gli Enti locali interessati, predispone il piano di emergenza esterna all’impianto e ne coordina l’attuazione.

Il piano di Emergenza Esterna viene predisposto con l’obiettivo di limitare gli effetti dannosi che possono scaturire da un incidente rilevante. Tale piano viene redatto dal Prefetto d’intesa con le Regioni e con gli Enti locali interessati, sulla base di tutte le informazioni utili trasmesse dal gestore.

La E.E.CO SRL, quale società di ingegneria dell'ambiente e della sicurezza è altamente specializzata in materia , predispone l'elaborazione di Piani di Emergenza specifici per gli impianti di stoccaggio e lavorazioni dei rifiuti ai sensi della normativa richiamata.

 

Per ulteriori informazioni invia una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure contatta i nostri tecnici al numero 0823 1540391.

Ultimo Aggiornamento:
Mercoledì 27 Marzo 2019

Cerca nel sito

On call Assistance

24h

Soddisfazione Cliente

qualita

Fonti 100% rinnovabili

logo energy green

Login

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per essere sempre aggiornato sulle iniziative della EECO Srl.
Privacy e Termini di Utilizzo